lunedì 16 aprile 2018

VINITALY, ROLFI: QUALITÀ DEI VINI LOMBARDI RICONOSCIUTA IN TUTTO IL MONDO


Verona, 15 aprile 2018 – “I dati sull’export dei vini lombardi sono chiari. Nel 2017 si è raggiunto un valore di 270 milioni e 360 mila euro, con un +4,2% sul 2016. La qualità dei nostri prodotti è riconosciuta in tutto il mondo, anche grazie a iniziative come Vinitaly. Per promuovere ulteriormente i vini lombardi è necessario proporre un marketing territoriale ancora più efficace. La Regione Lombardia vuole giocare questa partita”. Lo ha detto Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia che questa mattina ha partecipato al brindisi inaugurale presso la Sala Polivalente del Padiglione Lombardia a Vinitaly 2018, in compagnia del Presidente della Camera di Commercio di Pavia Franco Bosio.

“Gli espositori lombardi sono 200, con 2.000 etichette proposte. Abbiamo un territorio unico per varietà di climi, ambienti e terroir. La Lombardia ha 90 diverse tipologie di uve da vino coltivate sulle 517 totali iscritte al Registro nazionale delle varietà di vite. Sul nostro territorio regionale si producono per il 90% vini a Denominazione di qualità, grazie a 5 DOCG, 21 DOC e 15 IGT” ha aggiunto Rolfi.

Accanto alla valorizzazione della biodiversità, si è assistito negli ultimi anni a un vero e proprio boom della viticoltura biologica. Nel 2010 gli ettari destinati a questo tipo di produzione o in conversione erano 908, nel 2017 hanno raggiunto in Lombardia quota 1.751 ettari, con un incremento del 93%. Al primo posto, la provincia di Brescia, con 522,5 ettari a biologico e 504 ettari in conversione. Seguono la provincia di Pavia, con 259 ettari a bio e 378 in conversione, quella di Mantova (rispettivamente 34,5 e 20,8 ettari), quella di Bergamo (rispettivamente 7,6 e 10,4 ettari), quella di Sondrio (rispettivamente 2 e 8,7 ettari). Chiudono Lecco, con 0,3 ettari a bio e 2,2 ettari in conversione, Milano con 0,6 ettari bio e Varese, con 0,1 ettari a bio.

Franco Bosi, presidente della Camera di Commercio di Pavia ha sottolineato “abbiamo vini molto importanti da far crescere, vendere e far conoscere meglio. Per farlo abbiamo bisogno di un supporto tecnico e organizzativo perché assieme al vino è molto importante la valorizzazione del territorio in cui viene prodotto. Un evento come Vinitaly è il momento migliore per farci conoscere”.

Programma Sala Polivalente - Lunedi 16 aprile
10.30 - Sala Polivalente STAND E4: Enoteca Regionale della Lombardia, un palcoscenico per la promozione. Dall’inaugurazione dell’Enoteca Regionale Cassino Po alla crescita del Centro per la valorizzazione dell’agroalimentare lombardo d’eccellenza. Organizzato da Enoteca Regionale della Lombardia
14.00 - Sala Polivalente STAND E4: Degustazione Rosati doc Italiani ottenuti da uve autoctone: Valtènesi, chiaretto di Bardolino, Cerasuolo d’Abruzzo, Castel del Monte e Salice salentino. Organizzato da Consorzio Valtènesi
15.30 - Sala Polivalente STAND E4: Libro Bianco sull’Oltrepò Pavese: lo studio dell’Università di Pavia - Osservatorio di Wine Marketing del Consorzio, organizzato da Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese e Università di Pavia

I CONSORZI PRESENTI A VINITALY 2018

Saranno i Consorzi di tutela dei vini lombardi a giocare, insieme alle istituzioni il ruolo di custodi e promotori di di una qualità sempre più apprezzata non solo in Italia, ma anche all’estero, che buyer, operatori e giornalisti potranno apprezzare durante Vinitaly grazie a un fitto calendario di eventi volti a valorizzare la variegata offerta dei vini regionali.

Consorzio Botticino DOC
Consorzio Cellatica DOC
Consorzio Tutela Lugana DPC
Consorzio Montenetto
Consorzio Franciacorta
Consorzio Moscato di Scanzo
Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese
Consorzio Tutela Vini di Valtellina
Consorzio Tutela Valcalepio
Consorzio Vini IGT Terre Lariane
Consorzio Vini Mantovani
Consorzio Volontario Vino DOC San Colombano
Ente Vini Bresciani
San Martino della Battaglia DOC
Consorzio Terre Lariane
Consorzio Valtènesi

1 commento: