giovedì 26 aprile 2018

BORGHI DELLA STORIA E DELLA BICI: TUTTI I COLORI DELLA VITTORIA PER PAOLO BETTINI


Borghi d’Europa ha presenziato alla Conferenza Stampa della Mostra in onore di Paolo Bettini
Milano, 26 Aprile 2018- Il Ghisallo o Colle del Ghisallo è storicamente ricordato perché, nel punto più alto del valico (in comune di Magreglio, Co), sono ubicati il delizioso Santuario della Madonna del Ghisallo e il Museo del Ciclismo, aperto nel 2006, che raccoglie cimeli unici di grandi campioni del ciclismo come Coppi, Bartali e Merckx.
Un museo che sorge su un gran premio della montagna, al termine della salita da Bellagio (Co), deve essere pertanto raccontato e promosso in maniera adeguata come fatto sinora.
La redazione di Borghi d’Europa ha presenziato all’Upcycle Cafè di Milano all’importante conferenza stampa di presentazione della Mostra Tutti i Colori della Vittoria per Paolo Bettini, grande ex specialista della corse in linea, nonché ex campione olimpico ad Atene 2004 e campione del mondo nel 2006 e 2007 e oggi dirigente sportivo.
La Mostra si terrà proprio presso il Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo e ripercorrerà tutte le tappe della sfavillante carriera dell’ex campione toscano, un uomo che le vince tutte e di tutti i colori.
Storia e sport: un connubio avvincente che Borghi d’Europa sicuramente contribuirà a migliorare attraverso l’informazione.

GOURMANDIA 2018: PREMIO ALLE MIGLIORI CARTE DEI VINI D’ITALIA

Il Premio Gastronauta – Cantina Tramin ha scelto i ristoranti con le migliori selezioni dei vini. I vincitori saranno premiati lunedì 14 maggio a Santa Lucia di Piave (Treviso)
Saranno tredici i ristoranti che riceveranno il Premio Gastronauta – Cantina Tramin rivolto alle migliori carte dei vini d’Italia. Un riconoscimento per i locali che nella selezione dei vini si impegnano con proposte originali, non ricorrono a carte prefabbricate ma ricercano novità, prestano attenzione al biologico e al naturale, sempre rispettando un equilibrio tra i prezzi e la portata della clientela. La premiazione sarà lunedì 14 maggio 2018 alle 15 in occasione della terza edizione di Gourmandia in programma da sabato 12 a lunedì 14 maggio 2018 all'Ex Filanda di Santa Lucia di Piave (Treviso).
Il premio è il risultato della ricerca della redazione di Gastronauta® e dei suoi collaboratori: esperti, giornalisti e winelovers sparsi per tutta Italia.
Lunedì 14 maggio Davide Paolini consegnerà il riconoscimento ai tredici locali selezionati, per la maggior parte stellati. Saranno premiati Le Calandre di Sarmeola (PD), Agli Amici di Godia (UD), Rovello 18 di Milano, Casin del Gamba di Altissimo (VI), La Peca di Lonigo (VI), Dal Pescatore di Canneto sull’Oglio (MN), Enoteca Marcucci di Pietrasanta (LU), Osteria della Brughiera di Villa d’Almè (BG), Ristorante Gellius di Oderzo (TV), Locanda San Lorenzo di Puos d’Alpago (BL), Il Ridotto di Venezia, La Stüa di Michil dell’Hotel La Perla di Corvara In Badia (BZ) e Osteria Mondodoro di Verona.
Gastronauta® promuove il premio insieme alla Cantina Tramin di Termeno (BZ), considerata La casa del Gewürztraminer e conosciuta in tutto il mondo come firma inconfondibile del territorio dell’Alto Adige.
A Gourmandia – Le terre golose del Gastronauta il vino sarà protagonista anche con “PIZZA&PROSECCO DOC”: un ciclo di incontri con due simboli del Made in Italy per scoprire come la versatilità e la freschezza del Prosecco DOC si abbinino perfettamente alla Pizza, diventando così una valida alternativa alle classiche proposte che aggiungono lieviti a lieviti, penalizzando digeribilità e apporto calorico. Il primo appuntamento è per sabato 12 maggio alle 14 con “Lieviti spontanei del grano saraceno” con Massimo Frighetto di Premiata Fabbrica Pizza e il Consorzio di Tutela del Prosecco Doc. Domenica 13 maggio alle 13 ci sarà invece “Passione a lenta lievitazione” con Michele Basso di Arrigoni & Basso e sempre i vini del Consorzio di Tutela del Prosecco DOC. Infine lunedì 14 maggio alle 14 in programma “Sofficecroccante, le diverse consistenze in un’unica pizza” con Angelo di Lieto de La Fenice Belluno e ancora i vini tutelati dal Consorzio del Prosecco DOC.
Durante i tre giorni un fitto programma di incontri, dibattiti e show cooking con i grandi nomi della cucina italiana, storie di ricerca e innovazione in cucina che saranno filo conduttore dell’edizione di quest’anno.
Gourmandia sarà aperta al pubblico. Ingresso a pagamento.
Info: gourmandia.gastronauta.it | info@gastronauta.it
_____________________
Gourmandia in breve
Quando: 12 - 13- 14 maggio 2017
Dove: Fiera di Santa Lucia - via Mareno 1, Santa Lucia di Piave (Treviso)
Orario di apertura al pubblico: sabato 12-20; domenica 10-20; lunedì 10-17
Ingresso adulti: 10 euro
Ingresso bambini (6-12 anni): 5 euro

Nei Centri McArthurglen è Fashion Festival: lunedì 30 aprile la primavera sa di moda, musica, divertimento



Una giornata intera dedicata alla festa della moda: è il Fashion Festival, in programma lunedì 30 aprile nei Centri McArthurglen. Per l’occasione i centri di Serravalle e Castel Romano saranno aperti dalle 9 alle 22; Noventa di Piave, Barberino e La Reggia dalle 9 alle 21. Fulcro della manifestazione saranno i negozi e le piazze, trasformate in angoli dove sarà possibile ascoltare buona musica oltre che andare alla ricerca delle migliori occasioni.
 
L’opportunità straordinaria della giornata è rappresentata dal 70% di sconto sul prezzo Outlet su 3 prodotti iconici presso i brand dei Centri: sarà il modo migliore per dare finalmente il benvenuto alla stagione primaverile. Ogni Centro poi proporrà attività speciali.
A Barberino suona la Large Street Band, una marching band che percorrerà le vie del centro miscelando sapientemente rock’n roll, funky, swing e jazz, portando ovunque allegria e ritmo, mentre il Duo Cellos "Guerzoncellos” racconterà una storia musicale fatta di vibranti emozioni. Ad accompagnare i visitatori ci sarà come ospite nel Centro di Barberino la fashion blogger Giulia Latini. Naturalmente, come ad ogni festa che si rispetti, verranno distribuiti palloncini e zucchero filato in omaggio. Ci sarà anche una zona giochi dedicata ai bambini con gli spinning tops, divertenti istallazioni per giocare all’aria aperta.
 
A Castel Romano, il fashion blogger Andrea Melchiorre sarà la guida speciale per tutta la giornata dove l’atmosfera tropicale, il mood della primavera-estate McArthurGlen, farà da sfondo allo shopping. Da non perdere, in piazza del Colosseo, l’opera pavimentale con effetto 3D Dancing Butterflies in Rome realizzata dall’artista di fama internazionale Julian Beever, il Pavement Picasso dell’illusione. Basta posizionarsi nel punto giusto e scattare una foto per vedere le farfalle volare via. Le foto potranno essere condivise su Instagram con #castelromanooutlet. I bambini avranno una lounge dedicata con intrattenimento, omaggi e zucchero filato a volontà, e assieme ai propri genitori potranno assistere al Dog Training Show: dimostrazioni di difesa personale ed obbedienza organizzate una scuola romana di addestramento cinofilo. L’evento di chiusura è affidato all’incredibile spettacolo delle Fontane danzanti, in Piazza del Foro Romano.
A La Reggia si gioca con i social insieme a Mattia Marciano, influencer, ospite speciale nel Centro per il Fashion Festival. Sarà possibile attivare un filtro Facebook in stile tropicale, puntando il cellulare su un QR Code che sarà posizionato nella zona dei dondoli jungle. Nel corso della giornata, in programma otto performance musicali a cura del duo GuerzonCellos, alias Tiziano ed Enrico Guerzoni, padre e figlio violoncellisti coinvolti in duetti che spaziano dal barocco al jazz e al rock.
 
A Noventa una quarantina di installazioni con fenicotteri, pappagalli e tucani - materializzatisi nelle scorse settimane tra le vasche e le insegne del Centro, animali, a misura naturale e realizzati ad hoc, che hanno già riscosso moltissimo successo tra gli instagrammers -, faranno da sfondo all’atmosfera tropicale che caratterizza il Centro. A trascorrere la giornata nel Centro tra lo shopping e il divertimento ci sarà Vittoria Deganello, fashion influencer.
 
A Serravalle musica e fuochi d’artificio accompagneranno i momenti di shopping: ad accogliere i visitatori, allestimenti a tema tropicale e, per i più piccoli, postazioni dove verrà distribuito gratuitamente zucchero filato e palloncini.  Non mancherà la musica con La Bedizzole Marching Show Band, un gruppo di giovani musicisti che conquisterà i visitatori con le sue sinfonie e le sorprendenti coreografie; Luca Campioni, talentuoso violinista jazz e Francesco Gliozzi, violoncellista, compositore e arrangiatore proveniente dal mondo della musica classica. Le sorprese non terminano qui! Alle 22 il gran finale: un suggestivo spettacolo di fuochi d’artificio colorerà il cielo di Serravalle e saluterà tutti i visitatori. Ospiti speciali per il Fashion Festival a Serravalle saranno Camilla Mangiapelo e Riccardo Gismondi

FRANCIACORTA SUMMER FESTIVAL Per tutto giugno la Franciacorta sarà in festa Dall’ 1 al 3 un long week end dedicato al Food



Torna in giugno, sempre più glamour e internazionale, il Franciacorta Summer Festival, raffinato cartellone di appuntamenti che richiama da anni in Franciacorta, all’inizio dell’estate, migliaia di wine lovers. Per tutto il mese, questa terra di grandi vini prediletta da enoturisti italiani e stranieri, sarà animata da decine di eventi, tra food&wine, arte e cultura, sport e natura: se ne potranno scoprire cantine e produttori agroalimentari, tesori d’arte e bellezze paesaggistiche, l’ospitalità di classe e le prelibatezze degli chef.
Il Franciacorta Summer Festival prenderà il via, dall’1 al 3 giugno, con un long weekend dedicato al Food.  Il Venerdì ristoranti, trattorie, agriturismi, winebar della Strada del Franciacorta proporranno il loro personalissimo Menu Festival, creato utilizzando prodotti del territorio. Il sabato sarà dedicato alla scoperta della Franciacorta, dei suoi vini e dei suoi prodotti. Le cantine organizzeranno micro eventi a tema, visite guidate e degustazioni. Anche le aziende di prodotti tipici e le distillerie saranno aperte al pubblico e saranno organizzati tour sulle colline, in bicicletta e voli sulla Franciacorta in mongolfiera. Domenica grande festa nel parco della settecentesca Villa Fassati Barba di Passirano con proposte gourmet a base di prodotti del territorio abbinate a Franciacorta e sottofondo di musica: protagonisti saranno Chef locali e Chef ospiti (fra cui Alessandro Gavagna, chef stellato del ristorante La Subida di Cormons), che proporranno al pubblico le loro prelibate creazioni.  In quattro isole tematiche all’interno delle sale affrescate della villa si potranno degustare altrettante tipologie di Franciacorta. Saranno allestiti corner dedicati alla pizza, con Corrado Scaglione dell’Enosteria Lipen Canonica Lambro (MB), ai prodotti tipici, ai gelati artigianali e nella Limonaia si terranno laboratori legati al Franciacorta, al cibo e al territorio. Durante tutta la giornata, partiranno dalla villa tour guidati a piedi e in pullmino vintage. In serata, condizioni meteo permettendo, ci sarà possibilità di ammirare la villa dall’alto a bordo di una mongolfiera ancorata. L’evento sarà a numero chiuso e si svolgerà dalle 12.00 alle 21.00 con 2 momenti di degustazione: nella fascia oraria del pranzo (dalle 12.00 alle 15.00) e in quella serale della cena (dalle 18.00 alle 21.00). I biglietti si potranno acquistare in prevendita on line dal sito www.festivalfranciacorta.it e domenica direttamente a Villa Fassati Barba. Sempre sul sito si potranno trovare i nomi e i piatti degli chef, le informazioni sui laboratori e su tutte le attività in programma.

l successivi weekend di giugno saranno dedicati ciascuno ad un tema: il fine settimana 9/10 giugno sarà dedicato allo sport e all’outdoor: verranno proposti itinerari in bicicletta, a piedi, in vespa con tappa nelle cantine, si faranno pic nic nei vigneti, saranno organizzate attività all’aria aperta come voli in mongolfiera e molto altro. Il fine settimana 16/17 giugno sarà dedicato all’arte e alla cultura: mostre, esposizioni, visite guidate ed eventi nelle dimore storiche alla scoperta dei luoghi più segreti e affascinanti della Franciacorta con il patrocinio del FAI e in collaborazione con i Comuni di Terra della Franciacorta. Il fine settimana 23/24 giugno sarà infine dedicato alla musica con concerti in cantine e luoghi di particolare fascino.

VINITALY 2018: GRANDI SPUMANTI E IL NEBBIOLO DELLE ALPI PER BORGHI D’EUROPA






Borghi d’Europa ha trascorso un pomeriggio a Vinitaly 2018, rassegna leader per la promozione e distribuzione delle realtà italiane e non del mondo vitivinicolo, giunta quest’anno alla 52° edizione, che come sempre è stata affiancata in contemporanea da Sol&Agrifood (con accento verso la filiera agroalimentare) ed Enolitech, dedicata alle tecnologie per la filiera oleicola e vitivinicola.
I numeri sono impressionanti: quasi 130 000 presenze provenienti da 128 Paesi in 4 giorni di manifestazione, con 4380 espositori da 36 Paesi, cifre davvero ragguardevoli.
Borghi d’Europa, nel poco tempo a disposizione, ha cercato di soffermarsi su tre importanti zone vocate al mondo del vino della Lombardia, dove ci sono tutte le premesse (anche dal punto di vista storico-culturale) per fare della buona informazione territoriale: l’Oltrepò Pavese, la Franciacorta e la Valtellina, ovvero grandi spumanti Metodo Classico e il nobile Nebbiolo delle Alpi o Chiavennasca.
Per l’Oltrepò Pavese, Borghi d’Europa ha assaggiato gli spumanti Metodo Classico a base di Pinot Nero (espressione della tipicità del terroir) della giovane Azienda Finigeto di Montalto Pavese, nata nel 2005, delle Cantine Giorgi di Canneto Pavese, realtà quest’ultima esistente dal 1870, ed infine le raffinate bollicine di La Versa (Santa Maria la Versa).
Per la Franciacorta invece, hanno suscitato notevole interesse gli Spumanti nelle versioni Brut, Pas Dosè e Rosè (sia da uve Chardonnay che da uve Pinot Nero) dell’Azienda Agricola Lovera di Erbusco, davvero molto fini e sapidi.
Infine, la Valtellina, zona vitivinicola che è già stata comunicata efficacemente da Borghi d’Europa in alcune occasioni; la Redazione nel futuro prossimo è interessata a fare delle riprese sul posto per toccare e apprezzare da vicino questo territorio, che offre anche delle chicche nell’agroalimentare.
Sono stati degustati i rossi eleganti e persistenti delle Aziende Agricole Nera e Caven Camuna di Chiuro, quelli della Tenuta Scerscè di Tirano, gestita da Cristina Scarpellini, quelli di La Perla di Marco Triacca (di Tresenda di Teglio), poi alcune etichette di Mamete Prevostini di Mese, il Valgella (nome di una sottozona tipica) di Sandro Fay di San Giacomo di Teglio e ancora quelli di Balgera Paolo di Chiuro e quelli della Cantina Menegola di Castione Andevenno.
Ricordiamo che la promozione qualitativa del Nebbiolo delle Alpi (o Chiavennasca) avviene anche grazie al grande lavoro svolto dal Consorzio per la Tutela dei Vini di Valtellina: la direzione giusta per dei rossi d’autore!

I NUOVI PRODOTTI ALIMENTARI IN ESPOSIZIONE A CIBUS



 1.300 nuovi prodotti alimentari si affacciano sul mercato e saranno presentati a Cibus2018 (Parma, dal 7 al 10 maggio). Tra i filoni della produzione alimentare italiana in maggior crescita, i prodotti ispirati a salute e benessere e i piatti già pronti.

Nei padiglioni che ospitano tutte le merceologie (dai salumi ai formaggi, dalla pasta all’olio, dai prodotti dolciari alle bevande, dalle conserve ai surgelati ed altro) i 3.100 stand delle aziende italiane proporranno 1300 nuovi prodotti, la cui lista completa, con foto e descrizione del prodotto può essere consultata sul sito di Cibus: www.cibus.it/nuovi-prodotti.
Nell’area di Cibus Innovation Corner, inoltre, verranno esposti 100 prodotti tra i più innovativi in esposizione in fiera.

L’approccio strategico dell’industria è sempre più quello di soddisfare la domanda dei consumatori puntando sulla reinterpretazione della tradizione gastronomica italiana. Di seguito, qualche esempio dei nuovi prodotti in mostra a Cibus, a dimostrazione della ricerca creativa del comparto alimentare italiano.

PRODOTTI SALUTISTICI: pasta con farina di fagioli verdi mungo (Andriani); dadi già pronti vegan al gusto di pancetta, completamente vegetali (Joy); preparato per brodo e zuppe vegetale bio alla curcuma (Bonomelli); grissini alla farina di farro con semi di lino e di kummel (Vitavigor); bevanda vegetale con riso nero Venere (Riso Gallo); albume fresco bio in bottiglia con tappo riavvitabile (Eurovo); purè di patate fresche senza latte e burro (Euroverde); snack di verdure croccanti (Valleri); snack di fiocchi di legumi (Colfiorito); crisp di vegetali essiccati, non fritti, senza grassi e sale (Fiordelisi); mini gallette sottili prodotte con riso integrale Nerone (Fiorentini); snack a base di pomodoro, spalmabile (Prealpi); snack croccante gluten free a base di ceci e riso (Valledoro); condimento spray alla curcuma in olio (Compagnia Alimentare Italiana); aceto di mele non filtrato e non pastorizzato da bere al mattino (De Nigris); bevanda vegetale di farro biologico, da bere fredda o da mescolare col caffè a colazione (Alce Nero).

PIATTI PRONTI: gnocchi con patate fresche cotte a vapore con rapa rossa (Master); polenta Valsugana in tazza, pronta al microonde in pochi minuti (Polenta Valsugana); vellutata di zucca con tartufo nero (Acqualagna Tartufi); crema di zucca con patata dolce e sedano (Alce Nero); brodo di vegetali essiccati che si prepara come una tisana (Aromy); crema di zucca potimarron e castagne (Gianni De Cecchi); il Kiki, preparato con farina di lenticchie rosse, simile a pasta o riso (Farmo); vellutata con patate e carote viola (Fini); couscous di farina di ceci (Sipa); piatto a base di quinoa, farro e pesto cremoso (Viru); filetto di orata al naturale (Iasa); sughi con bietole bio (Puma); mix di fagioli rossi e germogli di legumi (Saclà); insalate di mare e cerali (Regnoli); insalata di fagiolo di soia Edamame, ceci e fagioli rossi (Saclà); insalate fresche, senza conservanti, con tappo richiudibile (Zerbinati); burger di sole verdure fresche, senza glutine, soia, latte, olio di palma (Zerbinati).

FORMAGGI: la stracciatella snack (Capurso); cialde di formaggio croccanti cotte al forno, senza lattosio (Granarolo); la mozzarella in crumble ideale per la pizza, rapida da usare (Granarolo); il Trullocchiato pugliese stagionato in grotta con aggiunta di fermenti propionici in fase di riposo (Delizia); la Riccotta alla piacentina, con poche calorie (Valcolatte).

SALUMI E CARNI: bresaola di scottona senza conservanti a basso contenuto di sodio, priva di conservanti, nitriti e nitrati (Billo); costine di maiale da preparare in pochi minuti in acqua, nel microonde o nel forno, senza grassi aggiunti (Aurora); vitello in gelatina senza conservanti e senza glutine (Inalca); salame magro fatto con carne di prosciutto, macerato nel vino rosso Gutturnio, senza glutine, senza latte (Peveri); tacchino in porchetta, preparato a lunga cottura (Orma).

PASTA: Pasta di Gragnano al caffè (Fabbrica Pasta Gragnano); nuovi formati della linea bio: pasta di farro integrale e pasta di semola di grano duro integrale (De Cecco); nuova linea dedicata ai millennials, vegan, no Ogm, Kosher, in confezione da 250g (Del Verde); pasta ai ceci di Toscana e riso integrale (Rummo).

PRODOTTI DOLCIARI: wafer con yogurt ai mirtilli neri (Loacker); crema spalmabile al pistacchio (Bacco); biscotti con zenzero e soia (Di Leo); praline di cioccolato all’olio extravergine (Sassetti); Composta di pere Williams e cacao, spalmabile su pane, crepes ed altro (Fini); panettone farcito alla crema di zucca, zenzero e cannella con canditi di zucca (Il Vecchio Forno); dessert a base di quinoa dolce e frutta fresca (Viru); gli snack monoporzione di confettura e miele (Menz & Gasser).

ALTRI PRODOTTI: la sfera di aceto balsamico di Modena da grattugiare (Terra del Tuono); aceto di vino rosé (Due Vittorie); condimento all’aceto balsamico di Modena e fico (Marchi); sale rosa dell’Himalaya con tartufo bianco (Inaudi); petto di pollo alla curcuma, cotto al forno (Parmacotto); pizza di cavolfiore bio, senza glutine (Rolli); paccherini di pasta alla frutta, anche abbinabili a pesce o carne (Rustichella d’Abruzzo); snack con pera dell’Emilia e succo di limone di Sicilia (Serra); uova di quaglia con tartufo bianco (TartufLanghe).

martedì 24 aprile 2018

Beppe Allegretta- Il primo pastry chef in CHIC



L’ottava edizione del Congresso CHIC – Charming Italian Chef, porta aria di novità: Beppe Allegretta del ristorante Unico Milano è il primo pastry chef ad entrare nell’associazione. “Questa entrata segna finalmente una maggiore attenzione alla pasticceria da ristorazione, è un onore essere il primo pasticcere dell’associazione” e incalza- “Vorrei condividere con gli chef la mia visione di “dolce fine pasto”, mettendo sotto i riflettori la figura sempre più indispensabile del pastry chef all’interno di un ristorante gourmet”.
La cornice di questa felice entrata è stata la Toscana, immersi nel prestigioso Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort & Spa, nel cuore della Garfagnana.

Beppe Allegretta:
Beppe Allegretta, classe 1984 di Molfetta, è tra i pasticceri più promettenti in Italia.  Ricopre il ruolo di pasty chef presso il ristorante Unico Milano. Dopo aver lavorato per l’Etoile di Chioggia, con Emanuele Saracino, al Luogo di Aimo e Nadia e con Roberto Rinaldini, collabora anche per il Refettorio Ambrosiano di Massimo Bottura, Alain Ducasse, con i fratelli Roca e con Daniel Patterson. Nonostante il curriculum a dir poco sorprendente la sua umiltà è tra i suoi caratteri distintivi.
I suoi punti di forza, che si traspongono interamente nei dessert sono l’ordine, la precisione, la pulizia estetica e gustativa. Beppe Allegretta è fondatore del gruppo Pass121, acronimo di Passione, Alchimia, Scienza, Sogno che unisce i migliori pasticceri da ristorazione d’Italia.  Si tratta di un collettivo di pasticceria in cui 121 (oltre che il quadrato di 11) rappresenta la temperatura in cui lo sciroppo di zucchero diventa meringa all’italiana, un simbolo e un codice che li identifica.

Il ristorante Unico:
Ci si trova, dopo una velocissima ascesa nell’ascensore a vetri, al XX piano della WJC Tower, nuova costruzione del quartiere Portello, a poca distanza dal futuristico City Life. E’ il ristorante più alto d’Italia e appena si entra lo sguardo spazia sull’intero skyline di Milano, per un panorama a 360 gradi sulla città meneghina, con il sole allo zenit per il pranzo e un romantico tramonto per la cena.

I dessert e Beppe Allegretta:
La pasticceria  ricopre un ruolo molto importante da Unico Milano, interpretata magistralmente dal pastry chef Beppe Allegretta. Dopo aver lavorato per l’Etoile di Chioggia, Emanuele Saracino, Aimo e Nadia e Roberto Rinaldini, collabora con il Refettorio Ambrosiano di Bottura, Alain Ducasse, i fratelli Roca, Daniel Patterson. I suoi punti di forza, che si traspongono interamente nei dessert sono l’ordine, la precisione, la pulizia estetica e gustativa. Tra i suoi cavalli di battaglia il Tiramisù Unico, Tributo a Milano e Pensando a una cassata. Per i golosi la degustazione di quattro dolci è d’obbligo: 25 euro per il percorso a mano libera di mini dessert nominato “Only the Brave”. Beppe Allegretta è fondatore del gruppo Pass121, acronimo di Passione, Alchimia, Scienza, Sogno che unisce i migliori pasticceri da ristorazione d’Italia.


Orari:
Pranzo
da Lunedì a Venerdì
dalle 12.30 alle 14.30
Brunch 
Domenica
dalle 12.00 alle 14.00 1°turno
dalle 14.00 alle 16.00 2° turno

Cena Gourmet
da Lunedì a Domenica
dalle 19.30 alle 23.00

Contatti:
Viale Achille Papa 30,
20149, Milano (MI)
Tel.+39 02 39214847
info@unicorestaurant.it